Mezzelune ripiene
Strudel di mele
Cucina mediterranea
Zuppa di pane
Creazioni di dessert

La cucina del vostro gourmet hotel in Alto Adige

Esperienze sensoriali uniche

L’Alto Adige è una terra in cui elementi, seppure contrastanti, convivono in perfetta armonia. Lo si vede (o, più precisamente, lo si gusta) a tavola; infatti, la cucina dell’Alto Adige è un mix di sapori, ingredienti e pietanze provenienti da diverse zone d’Italia. La tradizione locale incontra quella mediterranea e permette di cominciare un pasto con diversi tipi di pasta o canederli appena fatti, oppure di concluderlo con una grappa alla cannella o un buon caffè.

Anche nel nostro gourmet hotel in Alto Adige, la cucina è un’armonia di contrasti. Il nostro team di cuochi, con il titolare dell’albergo a capo, realizza per voi prelibatezze a base di ingredienti biologici e di provenienza locale. Al mattino, fate subito il pieno di energie con una ricca colazione a buffet, che comprende svariati tipi di pane, un angolo muesli e specialità fatte in casa. A pranzo, potete accomodarvi nel nostro ristorante à la carte mentre, a partire dalle 16, vi attende una merenda con diversi snack nel bar dell’hotel. La sera, vi deliziamo con un gustoso menu da 5 portate a scelta, menu vegetariani, buffet di insalate e di antipasti. A seconda della stagione, vi proponiamo serate speciali come una cena di gala, una serata con piatti tipici contadini, una serata all’insegna di prelibatezze della cucina mediterranea, un buffet di dolci, una giornata sul tema del sambuco e dell’ortica e molto altro.

Godetevi momenti culinari unici nel nostro gourmet hotel in Alto Adige, arricchiti dai meravigliosi panorami che ammirate dalla stube panoramica, dal bar o dalla terrazza soleggiata!

Ricette

Frittelle di patate con crauti

Per i crauti:
500 g di crauti
3/4 l d’acqua
100 g di speck
3 bacche di ginepro
5 grani di pepe
1/2 cc di cumino
1 foglia d’alloro  
50 g di burro
100 g di cipolla a dadini
2 spicchi d’aglio tagliati finemente
1 Cc di farina
Sale
Pepe macinato

Per l’impasto di patate:
300 g di patate
1 tuorlo d’uovo  
1 Cc di burro sciolto
100 g di farina
1 pizzico di noce moscata
Sale


Qualora i crauti siano troppo aspri, lavarli con acqua fredda. Immergere i crauti, lo speck tagliato a pezzetti, le bacche di ginepro, i grani di pepe, il cumino e la foglia d’alloro nell’acqua, salare, coprire e lasciar cuocere a fuoco basso per circa 1h30’. Far soffriggere aglio e cipolla nel burro, poi aggiungere la farina. Mescolare il soffritto con i crauti, impepare a piacimento e lasciar cuocere ancora per 10 minuti. Pelare le patate e tagliarle a cubetti, cuocere in acqua salata per circa 20 minuti, scolarle e pressarle. Mescolare le patate pressate con il tuorlo e il burro fuso, poi lasciar raffreddare il composto. Aggiungere farina, noce moscata e sale, mescolare e stendere l’impasto fino a uno spessore di 1 o 2 mm. Tagliare le frittelle in forme rotonde e friggere in abbondante olio bollente per 2 minuti. Infine, servire le frittelle accompagnate dai crauti.

Zuppa di pane nero

1 cipolla
1 Cc di burro
80 g di pane nero tagliato a cubetti
1 cc di peperoncino
1 l di brodo di carne
1 uovo
2 Cc di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 Cc di prezzemolo oppure erba cipollina tagliati finemente
Pepe
Sale


Pelare la cipolla e tagliarla a dadini, scaldarla nel burro, aggiungere il pane nero e lasciar soffriggere il tutto. Cospargere di peperoncino, poi aggiungere il brodo e lasciar cuocere per circa 10 minuti. Sbattere l’uovo con il Parmigiano Reggiano, poi aggiungere il composto alla zuppa. Portare a ebollizione, aggiungere sale e pepe a piacimento e servire.

Frittata dolce di mele

150 g di farina
100 ml di latte
Olio e burro per la cottura
Zucchero a velo
100 ml di panna
6 tuorli d’uovo  
1/2 bustina di zucchero vanigliato
1 Cc di rum
6 bianchi d’uovo  
1 pizzico di sale
40 g di zucchero
200 g di mele tagliate a fettine


Mescolare farina, latte, panna, tuorli, zucchero vanigliato e rum fino a formare un composto uniforme. Mescolare lentamente i bianchi d’uovo con il sale, poi montarli a neve aggiungendo lo zucchero a velo e, infine, mescolarli all’impasto ottenuto precedentemente. Scaldare un po’ d’olio in una padella di grandi dimensioni, versarvi il composto e cospargervi sopra le fettine di mele. Lasciar cuocere fino a che la parte inferiore non prenda un colore dorato, poi girare l’impasto per ottenere lo stesso colore sull’altra parte. Infornare la padella nel forno preriscaldato e lasciar cuocere per 3/5 minuti a 200 gradi. A cottura ultimata, spezzettare il composto con una forchetta. Cospargere il composto di zucchero a velo e farlo saltare in padella per qualche minuto. Posizionare la frittata dolce su piatti caldi, cospargere nuovamente di zucchero a velo e servire.

Carrè di maiale su letto di cavolo cappuccio stufato con mele e finferli

800 g di carrè di maiale
50 g di speck tagliato a dadini
20 g di cipolla
400 g di cavolo cappuccio
100 g di finferli, lavati e abbrustoliti
2 mele
100 ml di brodo vegetale o di carne
2 Cc di olio di semi
1/4 l di salsa per carne di maiale
100 ml di vino bianco
1 Cc di zucchero
4 rametti di rosmarino
4 rametti di timo
Sale e pepe


Tagliare la cipolla in pezzi sottili e lasciar soffriggere nel burro insieme allo speck. Tagliare il cavolo cappuccio a fettine e far cuocere nel brodo per 15 minuti. Speziare il carrè di maiale con sale e pepe a piacimento, cuocerlo in una padella con un po’ d’olio, insaporire con le erbe aromatiche e lasciar cuocere nel forno preriscaldato. Pelare le mele togliendone il torsolo, poi tagliarle in pezzi. Preparare lo zucchero caramellato e raffreddare con il vino bianco, poi aggiungere i pezzi di mela e farli saltare fino a che non diventano morbidi. Posizionare il cavolo cappuccio su un piatto, aggiungervi sopra il carrè di maiale, le mele e i finferli; insaporire con le erbe aromatiche e la salsa e poi servire.

Temperatura di cottura della carne: 180° C
Tempo di cottura della carne: da 12 a 15 minuti

Pane di segale

Impasto indiretto
240 g di farina di segale
190 ml d’acqua calda (40° C)
5 g di pasta madre (presa dal fornaio) oppure 20 g di lievito naturale

Impasto
360 g di farina di segale
400 g di farina di grano
20 g di lievito
20 g di sale
20 g di spezie macinate (semi di cumino, semi di finocchio, fieno greco e semi di coriandolo)
530 ml d’acqua calda (35 °C)


Preparare il primo impasto mescolando la farina di segale, l’acqua e la pasta madre (o il lievito naturale; in questo caso da sciogliere in acqua). Lasciare a riposo per 18 ore a una temperatura compresa fra i 28° e i 30° C.
Preparare l’impasto diretto, mescolando il primo al resto degli ingredienti. La temperatura dell’impasto finale dovrebbe essere di 30° C. Lasciar riposare il tutto per circa 30 minuti, poi dividere il composto in 3 pezzi di circa 600 g l’uno. Dare ai 3 impasti la forma desiderata (rotonda o allungata), poi riporli in panni o cesti cosparsi di farina di segale. Lasciar riposare per altri 30 minuti a una temperatura compresa fra 28 e 30° C, poi infornare a 240° C (riscaldamento superiore e inferiore) e aggiungere una pirofila contenente acqua. Lasciar cuocere per 5 minuti, dopodiché abbassare la temperatura del forno a 220° C e lasciar cuocere per 1 ora.

BLOG AVVENTURA ED ESPERIENZE

05.06.2018

Nel nostro hotel a Chienes…

Il nostro hotel a Chienes è il rifugio perfetto per chi ama la natura e per chi è alla ricerca di quiete e tranquillità!Il nostro hotel a Chienes, il Naturhotel Die Waldruhe, è un vero gioiello dedi[...]
24.04.2018

Nuovi ambienti, più benessere

Il 2018 porta con sé tante novità, nel Naturhotel Die Waldruhe. Non vediamo l’ora di mostrarvi i nuovi ambienti, tutti allestiti con materiali naturali, favolose combinazioni di colori, design tradizi[...]